I casino online crescono e le scommesse online calano

I Monopoli di Stato hanno segnalato circa una mezza dozzina di incontri di calcio
Luca Turchi, responsabile dell’Ufficio Giochi e Scommesse dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, ha dichiarato al Sole 24Ore che i movimenti di gioco sospetti relativamente a partite di calcio in questa stagione sono circa una mezza dozzina.  Anche se, aggiunge sempre Luca Turchi, quest’anno le segnalazioni in tal senso sono diminuite. La segnalazione di una mezza dozzina di incontri -tra serie A,  B e Coppa Italia- sui quali controllare se vi siano anomalie è quasi “normale” ed obbiettivamente speriamo non ci sia alcunchè di “strano”. Questi dati vengono raccolti dalla rete dei concessionari italiani autorizzati, ma tutto il resto che viene raggruppato nei punti vendita su rete fisica non è controllabile.
Sui siti o su operatori non concessionari si sono come si sa sviluppati i fatti di Cremona e questa avvalora la tesi che le scommesse “nascono” principalmente non sulla rete legale: chi vuole alterare una partita “evita” di farlo dove sa che è presente maggior controllo.
Ma non solo le partite di calcio sono controllate dal Monopoli: il ciclismo è stato fonte di controllo qualche anno addietro poiché vi erano dei “movimenti anomali” ma c’è così poco gioco su questo sport che non si è ritenuto opportuno fare segnalazione alcuna.